Storia del Silat Defence System - Fimasd

Vai ai contenuti

Menu principale:

Arti Marziali Filippine Indonesiane > Mastro Defence System > Silat Defence System
Silat Defence System
Silat Defence System è uno stile di Silat moderno basato esclusivamente sulla difesa personale e il combattimento reale da strada, sviluppato da Mastro Frederic estrapolando i concetti del Pencak Silat adattandoli al suo lavoro di buttafuori e body-guard

L' arte della Difesa Personale e del Combattimento Reale

Silat Defence System- difesa personale fimasd

Reale - Semplice - Efficacie - Istintivo



Il Silat Defence System, è un sistema moderno di Pencak Silat basato sul combattimento reale  e la difesa personale reale creato da Valerio Mastro Frederic,che lo ha estrapolato dal Pencak Silat Setia Hati Terate del maestro Hardjono Turpijn che aveva adottato quest’arte marziale nei commando indonesiani contro i colonizzatori olandesi che ne vietarono la pratica quando erano al potere.

Il Silat Defence System è un sistema istintivo, semplice,diretto ed efficace,e immediato nel risolvere l’aggressione nel più breve tempo possibile,ed è proprio per queste caratteristiche che si adatta a tutte le persone di qualsiasi età e forma fisica.

Nel SDS esistono tre distanze di combattimento. La distanza lunga dove si colpisce con calci,pugni e con la mano aperta.  La distanza corta dove si impiegano gomitate,ginocchiate e testate. La terza distanza è il combattimento a terra, purtroppo nella realtà durante una rissa per strada c’ è il rischio di essere buttati a terra per continuare l’aggressione con calci pugni e magari da più aggressori, in questo settore si impara a difendersi tenendo un tipo di guardia e un’atteggiamento aggressivo, con scopo di colpire e non di lottare.




L' addestramento


L’ addestramento è molto diretto, vengono studiate tutte le soluzioni possibili contro tutti i tipi di aggressione (calci, pugni, strangolamenti e minaccia con oggetti contundenti) e varianti per ogni situazione poiché tutto è permesso per difendersi contro uno o più avversari.
La difesa consiste nello studio delle entrate su ogni tipo di aggressione,si prosegue con le applicazioni (esclusivamente con percussioni colpendo i bersagli più comuni ed efficaci occhi, gola, genitali) da eseguire nel più breve tempo possibile,si conclude il tutto con le manipolazioni alla testa con distorsioni cervicali.
Parallelamente c' è lo studio delle finalizzazioni per gli addetti alla sicurezza, con un repertorio dedicato alle immobilizzazioni, all’ammanettamento, affiancato dalla parte verbale e psicologica.



In base ad ogni situazione, sia la persona privata sia un agente di sicurezza o forze dell’ordine vengono abituati ad adottare una finalità adeguata a seconda del tipo di rischio e soprattutto nei limiti delle leggi vigenti, senza mai dimenticare che la difesa , per legge, deve essere proporzionale all’ offesa.




Iscriviti alla Newsletter
Torna ai contenuti | Torna al menu